Chi siamo-Your Sub Title Here

Chi siamo-Your Sub Title Here

Chi siamo

 
     La nostra societa' nasce nel 1992
dalla passione per l'elettronica e l'innovazione


Inizialmente , la nostra attività consisteva nella fornitura, vendita e noleggio, di prodotti, quali musica e video, passando per videogames, animazione, gadgettistica ,trasformandosi ed aggiungendo anche attrezzature professionali di  elettronica.
Siamo distributori diretti di marchi importanti da oltre vent’anni come Pioneer,Sennheiser,Jbl,Harman Kardon,Bose,Teac,Tascam ecc… 
contando 2 soci coniugi e 2  dipendenti, in media possiamo contare su un robusto indotto clienti di varie fasce d’eta’ da lungo tempo a noi affezionati, a Trieste , in regione, Slovenia e Croazia.
Con le vendite online del nostro sito -www.brainrecords.it e il sito internazionale www.brainrecords.eu-e la vendita dei nostri prodotti anche supportati da diversi marketplace a livello internazionale iniziate nel 2005  e ampliate nel tempo, abbiamo allargato il nostro bacino d’utenza a livello internazionale , annoverando una miscellanea di pubblico e di professionisti che ricopre tutte le fasce d'età in tutta Europa Asia e America.Collaborazioni con  societa’ di import/export internazionaliaprono nuovi accordi commerciali per l’esportazione di prodotti d’alto livello Qualitativo di produzione Italiana ed Europea , di elettronica.
Know How
Avanguardia ed esperienza da oltre venticinque anni  di attività mirata al costante aggiornamento delle tecnologie impiegate , dedizione professionale, collaborazioni con aziende a livello europeo ed internazionale , il contatto con il pubblico, hanno portato ad una acquisita conoscenza degli standard normativi, nonché a sviluppare capacità critica di analisi dei problemi e degli adempimenti di sicurezza, cui oggi rappresentano il riferimento per il nostro settore di attività. Dinamismo e propensione. Valutazione del rischio e degli investimenti, causa prima di dibattito progettuale, mirato alla costituzione di apparati molto complessi prêt-à-porter.
-Il futuro per noi grazie anche alle tecnologie di cui oggi disponiamo , e’ proteso verso il commercio globale ; senza limiti di territori e di settori merceologici.
Nel 2010 , abbiamo affrontato una nuova sfida , nata dalla passione per la tecnologia e l'ambiente , abbiamo aperto una sezione di produzione propria,attiva per la realizzazione dei prototipi ed un piccolo laboratorio di ricerca e sviluppo riguardo tecnologie a basso impatto ambientale.
IMG_2359
IMG_2360
IMG_2362
IMG_2363
WhatsApp_Image_2019-03-29_at_18.38.54

l'Italia consuma piu' del triplo delle risorse a propria disposizione. Gli stessi dati sono stati calcolati anche per l'intera Terra, giungendo piu' o meno agli stessi risultati:
stiamo consumando le risorse piu' velocemente di quanto esse si rigenerano e quindi stiamo intaccando il capitale naturale del nostro pianeta.
Una situazione che non segue la direzione di uno sviluppo sostenibile.
Abbiamo molti settori su cui intervenire 
1-Inquinamento del suolo: puo' essere dovuto alla presenza di rifiuti solidi (ad esempio
materie plastiche, pile, vetro, ecc.) o a contaminanti liquidi come concimi, fertilizzanti, solventi, idrocarburi, pesticidi, liquami fognari ed altro ancora. 
2-Inquinamento acustico: si riferisce ad una esposizione dell'ambiente, urbano o naturale che sia, a rumori e suoni di elevata intensita'.
-Inquinamento luminoso: e' dovuto all'alterazione dei livelli di luce rispetto a quelli naturalmente presenti, causato dalle attivita' umane (illuminazioni stradali e legate alle abitazioni, fari, ecc.). 
Ne risultano danni agli animali (perdita di orientamento durante gli spostamenti e le migrazioni), alle piante (alterazione del fotoperiodo) e all'uomo (modifiche
del ritmo circadiano con possibili scompensi metabolici).
3-Inquinamento termico: e' quello relativo ad un'immissione di calore che altera la temperatura di un ambiente.
L'esempio piu' classico e' quello fornito dagli impianti industriali che riversano nei fiumi, nei laghi o nei mari tonnellate di acqua calda precedentemente utilizzata nei sistemi di raffreddamento dei macchinari. 
4-Inquinamento elettromagnetico: Ë l'alterazione ambientale dovuta alla presenza al
di sopra dei livelli naturali di radiazioni elettromagnetiche non ionizzanti prodotte ad esempio da emittenti televisive e radiofoniche, elettrodotti, tralicci, antenne per la telefonia mobile ed elettrodomestici.
Si tratta di una forma di inquinamento di cui si e' cominciato a parlare soprattutto negli ultimi anni. Quanto ai danni sulla salute umana, in attesa di studi epidemiologici che necessitano lunghi periodi di indagine, i pareri sono attualmente discordanti. 
5-Inquinamento fotochimico: chiamato anche "smog fotochimico", si origina in particolari condizioni ambientali e meteorologiche (Ë necessaria una temperatura di almeno 18°C) ed in presenza di ossidi di azoto e composti organici volatili (entrambi legati al traffico veicolare) che reagiscono sotto líazione della luce ultravioletta dei raggi solari. Questa reazione conduce alla produzione di svariate sostanze tossiche per l'uomo, gli animali ed i vegetali. Tra questi figura l'ozono che causa irritazione alle mucose e danni a carico dell'apparato respiratorio. 
6-Inquinamento radioattivo: Ë l'aumento artificiale (dovuto quindi alle attivita' umane)
di radioattivita' rispetto ai livelli naturali. Per un approfondimento tecnico su questa formadi inquinamento, la cui comprensione richiede una certa conoscenza di chimica e fisica, si
rimanda a testi o siti specializzati.
7-Inquinamento biologico: con questo termine si intende l'introduzione in un ecosistema, effettuata dall'uomo anche accidentalmente, di una specie estranea (animale o vegetale) proveniente da un altro ambiente  o da un'altra zona geografica. Si tratta di un fenomeno che sta assumendo proporzioni sempre piu' elevate e che puo' avere conseguenze disastrose ed irreversibili su specie ed interi ecosistemi. 
La scienza è ormai concorde: se non gestiamo in modo efficace il riscaldamento globale, nei prossimi decenni potremmo perdere l’equilibrio delle stagioni, la bellezza dei nostri luoghi, l’unicità di tante specie animali e vegetali nel mondo.
Recentemente il premio Nobel per l’economia è stato assegnato a due studiosi americani per aver approfondito l’inter-relazione tra i cambiamenti climatici e l’economia (Bill Nordhaus) e l’innovazione e la crescita a lungo termine (Paul Romer).
In particolare, spiega il Comitato per il Nobel Norvegese, “…hanno disegnato metodi per indirizzare alcune delle nostre domande sul come ricreare e tenere in piedi una crescita economica sostenibile”. 
Argomenti che rappresentano da sempre la stella Polare per Etica in Italia nella finanza sostenibile e responsabile.
Insomma, il cambiamento climatico è una sfida globale a cui tutti siamo chiamati a rispondere velocemente .
 
 
La nostra esperienza di vendite internazionali da oltre trent'anni, ci permette di avere una rete di vendita gia pronta e collaudata sia a livello mondiale che capillare
esportiamo prodotti in tutto il mondo da diversi anni

Noi siamo pronti ad immettere nel mercato mondiale tecnologie per un futuro con energia a impatto zero

perche' il futuro,non è ancora stato scritto...!